Tutte le promesse di Francesco Italia in campagna elettorale. ZERO MANTENUTE

Che i politici in campagna elettorale promettono, promettono, promettono e poi mantengono poche delle cose promesse ci siamo abituati, ma trovarne uno che arrivi a ZERO è difficile, anzi molte delle cose promesse che dovevano migliorare sono anche peggiorate. Ma questo non lo diciamo noi, ma lo dicono i fatti. Qui sotto tutti gli slogan di Francesco Italia in campagna elettorale, ad oltre tre anni della sua elezione…Giudicate voi:

 

Naturalmente se a questo non fare , aggiungiamo tutto il disastro fatto che è sotto gli occhi di tutti, onestamente siamo messi malissimo. La cosa straordinaria è la capacità di questo sindaco di continuare a DIRE:  “FAREMO QUESTO E FAREMO QUELLO”…ma quando?

TUTTE le classifiche sulla qualità della vita o sulle aspettative economiche e di sviluppo ci danno agli ultimi posti ma ogni volta spunta una giustificazione, una scusa, qualcosa per dare la colpa agli altri. Il disastro del cimitero, delle strade, della viabilità, della manutenzione generale quasi vicina allo zero, gli scioperi dei ragazzi degli uffici tributi, il totale disinteresse del mondo della disabilità, manutenzione delle scuole quasi nulla, la totale mancanza di feeling tra il sindaco e molti suoi assessori con la città, Granata su tutti, regime dittatoriale senza contradittorio, ambientalismo e tutela del paesaggio a corrente alternata in base al soggetto a cui si riferisce, Ortigia degradata come mai prima, le periferie allo sbando più totale però con i Murales (vuoi mettere), verde pubblico sostituito dalle erbacce selvagge sulla strada, TARI tra le più care d’Italia, contenziosi persi con probabili risarcimenti milionari (a carico dei cittadini), spreco di soldi per iniziative inutili (vedi tra le altre, il prossimo abbellimento del Talete)…Potremmo continuare all’infinito …Triste periodo per la nostra città, ma forse diventeremo capitale italiana della cultura 2024 (chiaramente facendo leva solo ed esclusivamente sulla nostra storia). Io tifo perché ciò accada,  anche perché nel 2024 questi soggetti spero si siano già tolti dalle scatole da un bel po’.

S. BELLIO