I Giudici di Pace, l’avvocatone, la magistratura corrotta e l’onorevole onestà nella città di…

Quella che vi racconteremmo è una storiella che riguarda una città siciliana , la città di Fantarusa e racconta di personaggi, forse mai esistiti e frutto della nostra immaginazione, ma voi leggetela ugualmente magari impariamo tutti qualcosa.

In questa città, di pura fantasia, funestata da tanti problemi, poco tempo fa una banda di criminali vestiti in giacca e cravatta decise di organizzare tutta una serie di misfatti contro la popolazione di quel territorio e lo fece nel modo più semplice del mondo, corrompendo la Giustizia. La giustizia quella importante, quella per capirci che ti manda in galera, quella che condanna a risarcimenti milionari anche chi ha ragione.  Il sistema era semplice, per guadagnare 20 potevo dare 1 ad un giudice e mettermi in tasca 19, con buona pace della giustizia ma chi se ne frega. Certo poi può capitare che ti scoprono, una mazzetta di qua e una mazzetta di là, e come pollicino lasci qualche mollichina di pane in giro, ti arrivano i carabinieri a casa e finisce la festa.

In questa fantasiosa città e in questo palazzo di Giustizia, che anche prima di questa storia aveva vissuto momenti di scarsa gloria, per scandali vari e trasferimenti sospetti, l’aria corruttibile si era per molto tempo respirata a pieni polmoni. La sfiducia dei cittadini per questa magistratura era stata totale, anche se in vero quella che bloccò il tutto fu sempre un’altra magistratura e questo diede un po’ di speranza a quei cittadini sfiduciati.

Ma accanto ad una Grande Magistratura che si occupa di eventi penali, come tutti sappiamo esiste una “piccola magistratura” che si occupa di eventi civili, quella a cui ci rivolgiamo quando abbiamo piccoli problemini, come multe o litigi di piccolo conto dal punto di vista economico, ed è quella dei Giudici di Pace.

Nella città di Fantarusa è possibile che anche questa “piccola magistratura” sia corrotta?

Allora ipotizziamo che in questa fantasiosa città siciliana ci sia un avvocato che dal nulla improvvisamente comincia a vincere una serie di cause proposte davanti ai Giudici di pace, quasi tutte contro il comune, principalmente per faccende di multe, ogni vittoria gli fa guadagnare un cospicuo onorario pagato dal comune in questione (per sanzioni di suoi assistiti che non superano le 100 euro). La leggenda narra che sia riuscito a fare annullare ad uno stesso soggetto 20 multe in un anno, guadagnando con lo stesso “cattivo cittadino” tanti soldini.

Ma questo avvocato potrebbe essere anche solo bravo non per forza losco? Certo, solo che poi scopri che questo avvocato è un esponente politico di quella città che forse è diventato tale anche grazie a tutte quelle multe fatte togliere ai suoi clienti fortunati. E’ un soggetto che da una parte fa l’interesse privato, il suo, e dall’altra non fa quello pubblico e cioè dei cittadini che dovrebbe rappresentare essendo il suo onorario pagato proprio dai cittadini. La cosa è illegale? No, è solo immorale.

Ma cosa centrerebbero i giudici di pace in questa faccenda? Potrebbe essere che l’avvocatone sia solo bravo e faccia applicare la legge? Certo potrebbe essere, solo che casualmente il compagno/a di uno di questi giudici di pace (uno di quelli più attivi) viene designato assessore nello stesso partito dell’avvocatone, poi il tutto sfuma perché il sindaco con cui era collegato non viene eletto ma poco importa, inoltre sembrerebbe che sia stata proprio l’amicizia con questo giudice di pace a portare l’avvocatone in questo partito, esattamente poco prima delle elezioni. A Fantarusa qualche domandina qualcuno dovrebbe cominciare a farsela, che dite?

Naturalmente questa città siciliana non esiste, come non esiste tutta la storia che abbiamo raccontato, come non esiste nessun sistema corruttivo nella magistratura, come non esiste nulla che non vogliamo vedere. Noi si sa, siamo scherzosi e anche stavolta vi abbiamo preso in giro, figuriamoci se esistesse tutto questo e nessuno direbbe nulla, compresi Onorevoli vari che magari fanno dell’onestà i loro punti di forza. NOI SCHERZIAMO, scriviamo cose paradossali per far in modo che non accadano mai … Noi siamo solo un Blog!

S. BELLIO