L’isola delle correnti, a Portopalo, un posto incantato in un mare strepitoso. Guarda anche il video.

Chi visita la provincia di Siracusa, o chi ci abita e non va almeno una volta, soprattutto nel periodo estivo a visitare questo luogo, commette un grosso errore. L’isola può essere raggiunta da un braccio di terra che non sempre è agevole, ma nel periodo estivo solitamente esiste un servizio barca.

L’isola delle Correnti è una piccola isola tondeggiante della Sicilia, sulla costa ionica, situata nel territorio del comune di Portopalo, estesa per circa 10 000  con un’altezza massima di 4 m sul livello del mare.

È collegata alla terraferma tramite un braccio artificiale, distrutto varie volte dalle onde del mare. Quando la bassa marea trasforma l’isola in una penisola, essa rappresenta l’estremo meridionale dell’isola siciliana, geograficamente più a sud di Tunisi e più a nord di Hammamet.

All’interno dell’isola i pochi segni del passaggio dell’uomo sono rappresentati dal suggestivo faro, una piccola struttura militare in disuso e poche abitazione dove un tempo risiedevano il guardiano del faro assieme alla sua famiglia.

Sull’isolotto cresce poca flora, ma vi abbondano piantine di porro selvatico, capperi e altri arbusti tipici della macchia mediterranea.

Dal 1987 l’isoletta è stata inclusa nel piano regolatore dei parchi e riserve naturali, per la presenza di vegetazione costiera con biocenosi alofile e psammofile relitte.

L’isola delle correnti per la sua posizione rappresenta una sorta di confine ideale tra lo Ionio e il Mar Mediterraneo. Le correnti che si generano dall’incontrarsi di questi due mari, danno vita a increspature e colori in continua evoluzione… da qui deriva il nome “Isola delle Correnti”.

Ultimamente stavano provando a creare sull’isola un grande albergo, ma direi per fortuna, la cosa sia stata impedita, anche grazie all’intervento di alcune associazioni ambientaliste.

Vi consigliamo di vedere il seguente video:

IL PICCHIO